Notizie

Grande affluenza di pubblico al convegno del 26 marzo


“Protezione del territorio – Metodologie e tecniche di prevenzione del dissesto idrogeologico”


Lusinghiero successo giovedì mattina, presso la sede di Portogruaro del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale, per il convegno tecnico “Protezione del territorio – Metodologie e tecniche di prevenzione del dissesto idrogeologico” organizzato dal Consorzio in collaborazione con Officine Maccaferri S.p.A., azienda bolognese leader nella realizzazione di prodotti per l’ingegneria civile.

Nella sala consiliare, completamente esaurita, tecnici, imprenditori amministratori locali tra cui alcuni sindaci di comuni del comprensorio, hanno ascoltato con interesse gli interventi dei relatori.

Dopo i Saluti del Presidente del Consorzio Giorgio Piazza, ha aperto la scaletta degli interventi l’Assessore regionale alla Protezione civile Daniele Stival, il quale ha parlato della gestione delle opere di emergenza idraulica da parte della Regione Veneto.

Ha poi fatto seguito il Dirigente Regionale Luigi De Lucchi che ha fatto il punto degli strumenti di pianificazione inerenti le opere idrauliche introdotti dalla Regione.

Quindi è stata la volta del prof. Luigi D’Alpaos dell’Università di Padova, uno dei massimi esperti italiani di idrodinamica e noto per le sue prese di posizione critiche nei confronti della gestione della sicurezza idraulica nel nostro paese, il quale ha illustrato nuovi tipi di difesa idraulica fluviale e lagunare.

E’ stata quindi la volta degli ingegneri della Maccaferri che hanno illustrato le proprie soluzioni per la sistemazione di argini e sponde di corsi d’acqua mediante tecniche ambientalmente compatibili e per la prevenzione dei danni da nutria.

Dopo alcune domande dei presenti, il Presidente Piazza ha tratto le conclusioni della mattinata ribadendo il ruolo centrale dei Consorzi di Bonifica nella gestione idraulica del territorio.

Gli atti del convegno possono essere reperiti qui.