Notizie

Appaltate le opere civili per il potenziamento dell'impianto Palù Grande


Nuovo impianto idrovoro da 5000 litri al secondo a difesa dell'abitato di Concordia Sagittaria

Sarà la I.R.S. S.r.l. di Portogruaro a realizzare le opere civili per il potenziamento dell’impianto idrovoro Palù Grande in Comune di Concordia Sagittaria.

L’impresa si è aggiudicata l’appalto con un’offerta di € 311.835,04 su una base d’asta di € 389.794,08, oltre a € 22.153,08 per oneri per la sicurezza e all’IVA.

Con questi lavori prende finalmente avvio l’intervento denominato “LAVORI DI ADEGUAMENTO  FUNZIONALE DELLE OPERE IDRUALICHE A SERVIZIO DELLE AREE URBANE DEI BACINI BANDOQUERELLE – PALU’ GRANDE IN COMUNE DI CONCORDIA SAGITTARIA. POTENZIAMENTO IMPIANTO IDROVORO E OPERE IDRAULICHE CONNESSE” di complessivi € 3.000.000, di cui un primo lotto di € 1.500.000 destinato al potenziamento dell’impianto idrovoro e un secondo lotto dello stesso importo destinato alla realizzazione di un nuovo canale deviatore e al risezionamento del canale Fosson per adeguarlo alle nuove portate, e interesserà il bacino Bandoquerelle-Palù Grande di 2.000 ettari di superficie, completamente a scolo meccanico.

Il progetto è del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale che, operando di comune accordo con la Conferenza dei Sindaci, è riuscito ad ottenere il necessario finanziamento da parte della Regione, conta di dare una risposta alle annose e gravi problematiche idrauliche che affliggono quella parte dell’abitato di Concordia Sagittaria che, nel corso dei decenni, si è sviluppata verso le aree più depresse del bacino. Tale sviluppo urbanistico, unitamente all’intensificarsi della violenza dei fenomeni meteorici cui stiamo assistendo negli ultimi anni, ha messo in crisi l’esistente rete di bonifica, progettata per differenti destinazioni d’uso dei terreni rendendo quindi necessario il potenziamento idrovoro del bacino realizzando questo nuovo impianto idrovoro della portata di 5.000 litri al secondo, aumentabili a 10.000, che vanno ad aggiungersi alla potenzialità degli altri impianti idrovori del bacino (Palu’ Grande, Bandoquerelle e Vencher) di complessivi 10.000 litri al secondo, per porre rimedio agli allagamenti che da troppo tempo affliggono gli abitanti di questa zona.

A questo primo appalto faranno seguito, sempre nell’ambito del primo lotto relativo alla realizzazione del nuovo impianto idrovoro, quelli per le carpenterie metalliche, le opere elettriche, le elettropompe idrovore e i movimenti terra.