Notizie

GRANDE AFFLUENZA AL READING TEATRALE DEL 18 MAGGIO


Oltre le aspettative la numerosa partecipazione di persone venute ad assistere al reading teatrale “Silvio Trentin al congresso Regionale delle Bonifiche” interpretato dal Gruppo culturale Ca’ Tessere, domenica 18 sera presso l’idrovora di Cittanova.

Il Presidente Gianluigi Martin a nome del Consorzio di bonifica Veneto Orientale ha accolto i rappresentanti delle istituzioni presenti, tra cui il Comune di San Donà di Piave rappresentato dal Sindaco Andrea Cereser ed i numerosi cittadini intervenuti.

Il Consorzio di Bonifica Veneto Orientale, nell'ambito della Settimana nazionale della Bonifica, ha voluto quest’anno cogliere l’occasione del 70° anniversario della morte di Silvio Trentin, per tenere presso un luogo storico della Bonifica, una iniziativa in suo onore.

Il Congresso delle Bonifiche del 23-25 marzo 1922 ha tracciato le linee guida della bonifica a livello nazionale per i decenni a venire, facendo di San Donà di Piave una sorta di capitale d'Italia del nostro settore.

Il congresso, che vide in Trentin uno dei promotori e dei relatori di spicco, si tenne proprio nella sua città natale, dove i danni della prima guerra mondiale alle opere di bonifica allora esistenti erano stati ingentissimi e rischiavano non solo di bloccare lo sviluppo di questo territorio, ma addirittura di farlo arretrare sul piano economico e sociale all'epoca pre-moderna. Trentin sapeva che senza la bonifica nel Veneto Orientale non poteva esserci alcuno sviluppo, né economico, né sociale.

Tutti noi che, in questo territorio, possiamo condurre la vita normale di un paese moderno, siamo in qualche maniera debitori verso Silvio Trentin e tutti coloro i quali ebbero parte attiva in quel congresso.

Allora la sfida era ricostruire un territorio devastato dalla guerra e fu vinta.

Oggi ci troviamo a fronteggiare sfide diverse, ma altrettanto pericolose per la sicurezza del nostro territorio: i recenti eventi meteorologici ce lo hanno brutalmente ricordato.

Noi che oggi affrontiamo spesso situazioni difficili, dobbiamo sempre avere come punto di riferimento coloro i quali con le loro intelligenze, il loro lavoro, la loro volontà, hanno creato e ci hanno dato in eredità questo territorio per poter fare lo stesso con chi verrà dopo di noi.

Nella sede suggestiva dell’idrovora di Cittanova, i testi proposti dal Gruppo Ca’ Tessere e le note di accompagnamento della compagnia Ciacoe S-ciete hanno creato una atmosfera che ha particolarmente stimolato questa riflessione consentendo ai numerosi presenti di conoscere una parte della storia delle nostre terre cogliendo nel contempo anche l’attualità del lavoro quotidiano della bonifica.

L'impianto idrovoro di Cittanova sarà aperto al pubblico anche domenica 25 maggio, giorn odi chiusura della Settimana della Bonifica.