Notizie

14 novembre 2014


Dopo l'emergenza.

La grave crisi idraulica dei giorni scorsi con oggi può dirsi definitivamente rientrata, anche se il Consorzio mantiene alta l’attenzione per le piogge previste per il prossimo fine settimana, che andranno a cadere su un comprensorio che in alcune sue zone è stato duramente provato.

Si sta lavorando all’elaborazione dei dati raccolti attraverso il radar meteo, le stazioni pluviografiche e il sistema di monitoraggio degli impianti idrovori per cercare di analizzare in maniera più dettagliata possibile quanto accaduto nelle prime ore della mattina di mercoledì.

Ciò che ormai è accertato è che nei comuni più colpiti: Concordia Sagittaria, Gruaro, Portogruaro e Fossalta di Portogruaro, si sono rovesciati 17 milioni di metri cubi d’acqua, di cui oltre 6 nella sola zona epicentro del nubifragio.

Si stanno raccogliendo tutte le informazioni per presentare un resoconto completo di quanto accaduto alla Conferenza dei Sindaci e alla Regione Veneto.

Eventi di questa portata purtroppo si verificano con sempre maggiore frequenza e richiedono una risposta coordinata da parte di tutti i soggetti in gioco.

E’ fondamentale che siano rimborsati i danni che la rete di bonifica ha subito per rimetterla in condizioni di efficienza ma questo non è più sufficiente.

Deve essere assolutamente attuato un piano certo e costante di finanziamenti pubblici per la realizzazione di nuove opere idrauliche (argini di fiumi, impianti idrovori, canali, fognature di acque bianche) necessarie per mantenere un livello di sicurezza accettabile per le persone e i loro beni.