Presentazione








L'idea di predisporre questa guida nasce dalla necessità di promuovere e valorizzare una realtà locale importante quale quella dei manufatti della bonifica del Portogruarese, testimonianza storica di un territorio in continua evoluzione.
Il comprensorio su cui opera il Consorzio di Bonifica "Pianura Veneta tra Livenza e Tagliamento", si estende per quasi 60.000 ettari, fino al 1800, per gran parte occupati da una palude inospitale e malsana.
Con il XX secolo sono iniziati i primi sistematici interventi di bonifica idraulica: si sono innalzate arginature, scavati canali di scolo e costruiti impianti idrovori per il sollevamento meccanico delle acque.
In un comprensorio come il nostro la bonifica idraulica non può mai dirsi conclusa: attualmente sono attivi oltre 40 impianti idrovori che mantengono in sicurezza il nostro territorio, per quasi due terzi posto sotto il livello del mare.
L'amministrazione Consorziale, pur mantenendo sempre una vigile attenzione ai problemi della sicurezza idraulica del territorio, attraverso l'ordinaria gestione e il puntuale funzionamento delle opere e degli impianti, con questo progetto ha ritenuto utile proporre alla conoscenza e alla visitazione turistica parte del patrimonio di manufatti della bonifica, nell'intento di valorizzare fortemente il contribuito che questi, con la fatica e l'impegno degli uomini che vi hanno operato, hanno dato alla costruzione dell'ambiente in cui viviamo e contribuiscono tuttora al suo continuo sviluppo.
Se la tutela idraulica rappresenta senz'altro lo specifico operativo per un Ente come il nostro, non si può dimenticare che ogni altra azione diretta alla valorizzazione del territorio e delle iniziative di sviluppo che ad essa sono connesse rientra nel concetto generale del bonum facere proprio della Bonifica Integrale, che nelle terre del Portogruarese ha visto realizzare alcune delle esperienze più significative a livello nazionale ed europeo.

Gianluigi Martin
Presidente del Consorzio di Bonifica
Pianura Veneta tra Livenza e Tagliamento


Il progetto "Pro.tur.rurale", finanziato attraverso il Programma di Iniziativa comunitaria Interreg IIIA Italia-Slovenia 2000-2006, ha avviato una serie di iniziative volte alla valorizzazione turistica di siti aventi particolare interesse storico, culturale e naturalistico, mediante la valorizzazione di una realtà locale importante come quella dei manufatti rurali della bonifica sparsi su parte del territorio veneziano e sloveno.
L'iniziativa ha visto la collaborazione tra il Consorzio di Bonifica "Pianura Veneta tra Livenza e Tagliamento" con sede a Portogruaro, Venezia, e l'Agenzia di sviluppo ROD di AjdovšĿina, Slovenia, al fine di sviluppare un'efficace cooperazione transfrontaliera nella promozione delle presenze turistiche nei due territori e dello scambio di esperienze tra soggetti curatori dei territori oggetto di bonifica.
Elemento centrale del progetto è rappresentato dalla realizzazione di un "Atlante della bonifica del territorio transfrontaliero", avente ad oggetto l'evoluzione del territorio sia veneziano che sloveno dal 1930 ad oggi in chiave turistica, nonché la realizzazione di un vero e proprio itinerario tematico transfrontaliero con visita guidata nel comprensorio di Bonifica in occasione del suo centenario, opportunità ideale per un'escursione turistico-tematica rivolta a chi desidera riscoprire l'ambiente circostante e la storia del nostro territorio.

Avv. Fabio Gava
Assessore Regionale alle
Politiche Economiche e Istituzionali

[ Indietro]