Contratto della laguna di Caorle

Il Contratto di Area Umida del Sistema della Laguna di Caorle è uno strumento volontario di programmazione strategica e negoziata. Serve pertanto a definire degli obiettivi e delle azioni, concordati tra tutti i partecipanti al tavolo, ovvero tra tutti i soggetti portatori di interessi (detti “stakeholder”) verso un comune territorio, nel caso specifico la laguna di Caorle e Bibione.

Il Contratto della Laguna di Caorle rientra tra le azioni previste dal progetto europeo denominato WETNET:

 

1

 

Le zone umide in Europa sono ambienti interconnessi vulnerabili che forniscono importanti contributi alla biodiversità.

La loro protezione interessa aspetti scientifico-ambientali e problemi di governance.

WEETNET affronta la questione dell'attuazione di una governance multilivello per le zone umide del Mediterraneo al fine di migliorare gli ecosistemi delle zone umide e i sistemi locali ad essi circostanti.

Il progetto mira a garantire un maggiore coordinamento tra i diversi livelli di pianificazione territoriale e le autorità responsabili della loro gestione, limitando nel contempo i conflitti tra le istanze di conservazione e le attività economiche.

Definendo le priorità comuni per la conservazione delle zone umide MED, WETNET mette a punto una strategia territoriale comune per la loro gestione integrata.

Basandosi su precedenti esperienze dell'UE (Contratti di fiume), WETNET cerca di sperimentare e diffondere i "Contratti di zone umide", agendo attraverso ampi processi partecipativi in cui utenti, enti pubblici e privati sono impegnati ad integrare la conservazione delle zone umide nelle loro attività quotidiane.

Questo progetto mira a:

-   aumentare le conoscenze sull'efficacia dei Contratti di Fiume;

-   potenziare le reti transnazionali esistenti per condividere e diffondere informazioni e buone pratiche sulla conservazione delle zone umide.

Il partenariato del progetto coinvolge tutte le autorità e la tipologia degli stakeholder che operano nel settore di interesse.

Ciò consentirà a WETNET di dare risposta alle esigenze delle zone umide su ampia scala, garantendo la trasferibilità dei suoi risultati ad altri paesi dell'UE.

 

Website 
https://wetnet.interreg-med.eu/

 

 Referente Progetto
arch. Claudio Perin
Tel: +39 041.279.2375 | Fax: +39 041.279.2383
claudio.perin@regione.veneto.it