Bando PSR misura 16

Presentazione del bando PSR misura 16

L'intervento attivato con il presente bando, emanata con DGR N. 2112 DEL 19/12/2017 sostiene le spese per la costituzione, l’organizzazione e il coordinamento dei soggetti coinvolti nei progetti di cooperazione con finalità agro-ambientali in grado di accrescere l’efficacia di iniziative volte alla mitigazione delle pressioni e degli impatti originati dal comparto agricoltura sui corpi idrici di pianura e collina, applicando le misure supplementari previste dall’allegato VI della Direttiva 2000/60/CE – Parte B, come individuato dalla codifica SU_01_10 “Cooperazione” nel Piano di Gestione vigente. 

Il tipo di intervento (16.5.1- Progetti collettivi a carattere ambientale funzionali alle priorità dello sviluppo rurale) prevede il sostegno alla costituzione di Gruppi di Cooperazione Ambientale (GCA) volti al raggiungimento degli obiettivi ambientali della Direttiva Quadro Acque, di riduzione dell’inquinamento chimico, dei nutrienti nei corpi idrici, miglioramento e ripristino degli habitat e riduzione dell’inquinamento microbiologico.
In tale ottica, con il presente bando di apertura termini la Regione Veneto ha voluto rafforzare le misure di “realizzazione di fasce tampone/ecosistemi filtro lungo il reticolo artificiale di pianura”, che rispondono alle KTM (Key Type Measures) 2 “riduzione dell’inquinamento dei nutrienti di origine agricola”, 3 “riduzione dell’inquinamento da pesticidi in agricoltura” e 23 “misure di ritenzione idrica naturale” del documento elaborato dalla Commissione Europea nell’ambito del “WFD Reporting Guidance 2016” e attuate dai vigenti Piani di Gestione.
Il mandatario del GCA, il Consorzio di Bonifica, presenta pertanto un Progetto collettivo (PRO.CO) finalizzato, mediante i tipi di Intervento (TI) 4.4.2 e 4.4.3, a:

- massimizzare la vicinanza, la densità e la connessione delle strutture agro-ecologiche inserite nel territorio rurale;
- incrementare la complessità strutturale e compositiva degli ecotopi;
- recuperare le diffuse funzioni di connettività ecologica presenti nel tessuto agrario;
- valorizzare le fasce fluviali come sistema trasversale di collegamento ecotonale;
- riqualificare la qualità biologica della rete idraulica minore del Veneto;
- creare ecosistemi acquatici basati sullo sviluppo di numerose componenti vegetazionali;
Il presente bando interessa la Priorità 4: Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla selvicoltura - Focus Area 4 b: Migliore gestione delle risorse idriche, compresa la gestione dei fertilizzanti e dei pesticidi.
In questo caso specifico il Progetto Collettivo attuato dal Gruppo di Cooperazione Ambientale Veneto Orientale risulta essere il Progetto RAIVO che sarà illustrato nelle pagine seguenti.